Scrittura automatica – 2 – 04.01.24 – Kin 76

I fiori sbocciano nel deserto dell’anima. Rifulgo nell’attraversare lo spazio cosmico dell’incidenza del sapere, compresso nell’attesa della liberazione. Assaporo l’assenza dell’Essere, rannicchiandomi nell’illusoria vertigine dell’iper-realtà, scendendo supina la strettoia dell’ignoto. Arance spremute innaffiano l’esperienza del sentire rubicondo di volontà irrisolta, paonazza risposta alla logica del permesso. Mi chiedo fermandomi sulla…

Continue reading

Scrittura automatica – 1 – senza data

La guida supporta lo Spirito. Scegliere di andare di pari passo con la consuetudine acceca la mente. Riordinare gli esempi che scivolano dentro la monotonia. I semitoni di aggancio liberano la profondità dell’Essere. Quando percepisco l’ostacolo mi arrampico fino in cima. La sabbia scivola dalle dita, ma sotto si raccoglie…

Continue reading

Divenire pace

Trascorriamo l’intera esistenza ad inseguire traguardi, sogni, aspettative, ci carichiamo di doveri, codificati da una collettività che non ci rappresenta, eppure che adottiamo come propri. Siamo figli di una cultura che osanna il fare, l’agire, lo sforzo, l’impegno, e ci dedichiamo a spendere energie, a cozzare contro eventi e situazioni…

Continue reading

La scelta del capriolo

Fu il pungente profumo del vento fresco dell’alba che s’insinuava nel mio respiro a destarmi, discreto e impertinente come un cucciolo capriccioso. Sollevai il muso per catturare tutt’intorno altri aromi, piacevoli o allarmanti, che mi svelassero le promesse imminenti della mattina. Poggiai gli zoccoli e con un balzo fui pronto,…

Continue reading

L’alba del colibrì

L’effluvio pungente e umido della notte stava virando sentore, accogliendo avvisaglie di note dolci e tiepide della foresta ridesta. Il colibrì sollevò il capo dal nido e poggiò il sottile becco sul bordo, lasciando che il torpore si dissipasse dalle piume arruffate. Era un richiamo che dall’aroma in un fremito…

Continue reading