Chi sono

Le mie passioni sono scrivere e disegnare, necessito di esprimere la mia creatività come di un nutrimento fondamentale. Amo i temi che attingono alla fantasia e che esplorano realtà che si estendono oltre ciò che è fisicamente percepibile, come nei generi fantasy, fantascienza, surreale, paranormale, sui paradossi spazio-temporali e relativi ad una spiritualità spontanea, naturale, libera da vincoli di dogmi e religioni.

Note biografiche ed evoluzione personale

Nata a Grosseto il 14 novembre 1965, ho seguito i suggerimenti della famiglia studiando ragioneria e contabilità, ed ho svolto questa professione per trent’anni, trascurando spesso le mie naturali inclinazioni.

Nel 2007 ho iniziato un percorso di crescita personale, iniziando dall’ascolto di me stessa, dei miei desideri più profondi e cercando di scoprire la mia essenza più intima e vera. Mi sono resa conto di quanto spesso ci si lasci condizionare da ciò che gli altri si aspettano da noi, e quanto questo possa far sì che viviamo una vita che non ci appartiene. Ho gradualmente compreso quanta responsabilità abbiamo nei confronti di noi stessi per primi, e quanto il rispetto di noi stessi sia basilare per la nostra felicità e per poter donare amore e attenzione anche agli altri. Il mio risveglio di consapevolezza è stato progressivo e mi ha aperto le porte dell’amore per la vita e per le opportunità che ci offre, e in questo percorso, che non ha fine, sto scoprendo quotidianamente nuove perle di ricchezza e gioia, che si schiudono oltre la fatica e la mortificazione di riconoscere i propri limiti e di cercare di superarli. Una strada infinita, imprescindibile, in cui aprirsi agli altri, apprendere il vero ascolto, il rispetto, l’accoglienza e la tolleranza, si può percorrere a patto di lasciar crollare i preconcetti di limite, divisione, attaccamento. Lasciar andare la chiusura dell’ego abbandonando ogni paura, e riscoprendo in cambio il vero io nella sua unica individualità.

Questi temi per me fondamentali e i cambiamenti vissuti giorno per giorno, sono entrati a far parte e continueranno a farlo, della mia vena creativa, e si possono ritrovare nei miei scritti, nei romanzi e nelle riflessioni che potete trovare nella pagina degli articoli.

Nel 2015 ho deciso di lasciarmi alle spalle anche il lavoro in cui avevo raggiunto alti livelli di competenza e ho iniziato a seguire la vocazione per l’aiuto alle persone che manifestano delle sofferenze, frequentando un corso professionale sulle tecniche olistiche energetiche e ricevendo l’attestato di Operatrice Olistica. Ho aperto uno studio professionale a Grosseto in cui ho effettuato trattamenti olistici per un anno e mezzo, e svolto volontariato come operatrice Reiki nell’Ospedale di Grosseto, ma il percorso di evoluzione di ciascuno di noi, come dicevo, non ha fine, e le mie esigenze di crescita umana e spirituale mi hanno portato dove vivo oggi, al confine con la Svizzera, in provincia di Varese.

Attualmente la mia sfera lavorativa è ancora in evoluzione, ed ho iniziato il lavoro di assistente domiciliare in Svizzera, mentre mantengo lo svolgimento di attività di Operatrice Olistica in uno spazio adibito presso il mio domicilio e di libera professionista per elaborazione di dati contabili in telelavoro.

Attività artistica

La mia attività artistica ha subito una svolta a partire dal 2007, quando ho iniziato, soltanto per sfogo della mia perenne necessità di creare dalla mia fantasia, a scrivere la storia che poi è divenuta “L’Alchimia della Luna”, il primo romanzo fantasy della saga “Memorie dalle Dimensioni”. Ho scoperto scrivendo quanto questo risponda sia alla necessità di esprimere creatività, che a quella di elaborare sogni, convinzioni, emozioni, riflessioni, e vorrei poter trasmettere quanto la scrittura sia uno strumento potente di evoluzione interiore, costituendo anche una sorta di meditazione, in cui è possibile aprirsi totalmente all’ascolto della propria anima. CREARE PER CRESCERE. È sorto così il desiderio di condividere i miei scritti, decidendo la pubblicazione del primo libro della saga, al quale adesso si è aggiunta anche la pubblicazione del secondo volume, “Il Sussulto di Gaia“. Riguardo allo stile narrativo, non ringrazierò mai abbastanza mio padre, scrittore per passione prima e meglio di me, che mi ha insegnato l’arte della concisione e discorsività, così lontana dal mio prolisso e contorto modo di ragionare, e mia madre, precisa e attenta conoscitrice di grammatica, ortografia e sintassi, paziente correttrice di bozze.

La passione per il disegno e per tutto ciò che è colore, negli ultimi anni si è espressa liberamente senza pormi domande su cosa volessi trasmettere, seguendo l’ispirazione del momento e trovando piacere principalmente nell’uso delle matite colorate acquerellabili e nel disegno figurativo.